GLI STEP PER UN'ALIMENTAZIONE PIU' SOSTENIBILE (E SALUTARE)

GLI STEP PER UN'ALIMENTAZIONE PIU' SOSTENIBILE (E SALUTARE)

Negli ultimi anni il termine sostenibilità sta entrando sempre più nel nostro quotidiano, diventando un vero trend anche a tavola.

Seguire un’alimentazione a ridotto impatto ambientale e che soddisfi le raccomandazioni nutrizionali è possibile.

Ecco come:

1. Consuma tanti vegetali, ma non solo

Oltre a essere in linea con la Dieta Mediterranea, promossa in tutto il mondo per i suoi benefici, un’alimentazione prevalentemente vegetale ha un minor impatto ambientale.

Via libera quindi a frutta e verdura di ogni tipo, cereali e legumi!

Ma ciò non significa necessariamente eliminare del tutto la carne e diventare vegetariani/vegani, quanto moderare il consumo di alimenti di origine animale, prediligendo come fonti proteiche il pesce, i legumi e le uova.


2. Scegli prodotti di stagione e locali
Stagionalità e località sono due elementi chiave per ridurre l’impatto ambientale, soprattutto se combinati. Un alimento di stagione viene prodotto all’aperto o in serra, senza energia aggiuntiva, ed è solitamente più buono e meno costoso.

Un prodotto locale, per essere sostenibile, dovrebbe quindi anche essere di stagione. In caso contrario, la sua produzione potrebbe avere un impatto ambientale maggiore di quella di un prodotto importato.


3. Scegli prodotti da pesca sostenibile
Consuma pesce un paio di volte alla settimana, preferendo quello di piccola taglia. Questi pesci sono meno soggetti al fenomeno della riduzione massiva delle specie ittiche, rispetto a pesce spada, tonno, merluzzo e a tutte le specie più largamente consumate. Inoltre, scegli prodotti che abbiano una certificazione di pesca sostenibile.


4. Limita gli imballaggi
Scegli prodotti senza o con poco imballaggio (e che sia riciclabile) e presta attenzione alle indicazioni presenti sull’etichetta per un corretto smaltimento, in modo da ridurre l’impatto sull’ambiente.

5. Limita lo spreco alimentare
Fai scorte non eccessive di cibo, non buttare via gli avanzi, ma riciclali nella preparazione di nuove ricette o consumali il giorno successivo.
Anche l’organizzazione del frigo è importante: disponi più in vista gli alimenti che hanno una data di scadenza più imminente in modo da consumarli prima ed evitare che vadano sprecati.


Sei pronto al cambiamento?

Usiamo cookies per migliorare la tua esperienza online sul nostro sito, beneficiare di alcune opportunità (come salvare la tua “shopping basket” online),

fornire funzionalità di social media (Facebook, Instagram ecc.), personalizzare i contenuti e gli annunci che vedi in base ai tuoi interessi (sul nostro sito e su quello dei partners).

I cookies possono, inoltre, aiutarci a comprendere le modalità di utilizzo del nostro sito. Clicca qui | Accetta